Sibrium di Alessandro Cuccuru Visualizza ingrandito

Sibrium di Alessandro Cuccuru

Nuovo

Se volete viaggiare nel tempo e vivere alcune giornate nell’Italia del quinto secolo dopo Cristo, leggete questo romanzo di Alessandro Cuccuru. L'autore riuscirà a coinvolgervi, a farvi immedesimare nelle vicende, nelle situazioni psicologiche ed in quelle emotive dei personaggi, avendo la capacità, tra l’altro, di rendere assolutamente credibili i loro dialoghi dal linguaggio modernissimo.

Maggiori dettagli

16,50€

Scheda tecnica

Editore 13Lab Edition Srls
ISBN 978-88-99425-77-7
Autore Alessandro Cuccuru
Formato 15*21
Tempi di consegna max 5 gg dall'ordine

Dettagli

Se volete viaggiare nel tempo e vivere alcune giornate nell’Italia del quinto secolo dopo Cristo, leggete questo romanzo di Alessandro Cuccuru.

L'autore riuscirà a coinvolgervi, a farvi immedesimare nelle vicende, nelle situazioni psicologiche ed in quelle emotive dei personaggi, avendo la capacità, tra l’altro, di rendere assolutamente credibili i loro dialoghi dal linguaggio modernissimo.

Odio, amore ed amicizia si intrecciano nella storia che in “Sibrium” si racconta: essa si svolge nel periodo immediatamente successivo alla deposizione di Romolo Augustolo, ultimo imperatore romano d'occidente, da parte di Odoacre, generale germano.

Vi si descrive la vita di un “castrum” romano, Sibrium appunto, posto a nord ovest di Mediolanum, e comandato da Marco Terenzio Ambusto, ufficiale di vecchio stampo, ligio al dovere ma anche sensibile al fascino delle donne.

C’è poi il resoconto dell’avventuroso viaggio di sette uomini, di scorta a un carico di preziosi, da Ravenna verso le principali città della Via Emilia: viaggio durante il quale nascono amicizie, si incontrano e si scontrano uomini di formazione e mentalità diverse.

Infine si narra della spedizione di duecento guerrieri Burgundi, che valicano le Alpi in cerca di fortuna.

Da questi tre nuclei del racconto, che si intrecciano mirabilmente, è possibile trarre alcuni messaggi di fondo: l’importanza dell’etica del dovere e della responsabilità nell’adempimento delle proprie funzioni; il valore del dialogo come chiave per scoprire affinità con persone di provenienza e cultura apparentemente lontanissime dalla proprie; l’amicizia e l’amore come potenti antidoti alle avversità della vita.

La prosa è sciolta ed elegante e si dipana piacevolmente, passando da una accurata descrizione dei luoghi, dei paesaggi e dei personaggi ad un intenso scambio dialogico, nel quale la drammaticità dei momenti e degli eventi narrati si stempera qua e là in qualche battuta sottilmente ironica.

Cùccuru alterna con sapienza pagine in cui dà prova di essere profondo conoscitore di quel periodo storico e della cultura romana, ad altre in cui si diverte a farci apparire i protagonisti nella loro umanità, nelle loro fragilità, nel loro districarsi tra i problemi di ogni giorno, nel loro desiderio di evadere dalla routine quotidiana, nel loro essere vicini a noi. 

Recensioni

Valutazione 
04/08/2016
Coinvolgente e appassionante

Libro incredibilmente coinvolgente ed appassionante. Un favoloso equilibrio tra storia, vicende e personalità. Impossibile non entrare in empatia con i personaggi. Consiglio a lettori di ogni genere, in particolare agli amanti dei romanzi storici. Da notare i meravigliosi dettagli nelle descrizioni di ambienti, personaggi e scene

Valutazione 
04/08/2016
Uno storico diverso dal solito

Ottimo romanzo storico diverso dal solito e ambientato in un luogo poco conosciuto ma dichiarato patrimonio dell'unescu. La trama si fa avvincente man mano che si va avanti nella lettura, soprattutto nella seconda parte. I protagonisti ti entrano nell'anima e ci rimangono anche dopo aver chiuso il libro. I dialoghi molto moderni rispetto all'epoca storica contribuiscono a caratterizzare questo romanzo. Lo consiglierei anche a chi considera il romanzo storico troppo "pesante", perché Sibrium non lo è affatto

Valutazione 
27/07/2016
Storia e passione.

Un libro eccezionale, soprattutto per un autore esordiente come Cuccuru. Trama, personaggi e dettagli storici e ambientali impressionanti per la loro precisione. Un'opera degna di attenzione. Vivamente consigliato ad appassionati di storia e romanzi storici. Coinvolgente ed intrigante.

Valutazione 
30/06/2016
Una storia da vivere

Ho acquistato il libro aspettandomi una ricostruzione storica ai limiti dell'accademico. Invece sono rimasta piacevolmente stupita nel trovare anche molta fantasia che si intreccia magistralmente con la storia reale. Le descrizioni dei luoghi sono dettagliate. Il dialogo moderno rende la lettura più comprensibile e scorrevole, oltre che molto più vicina al lettore. Le vicende dei personaggi mi hanno coinvolta non poco, soprattutto quelle dei due protagonisti principali: Marco Terenzio e Clelia. Consiglio la lettura anche a chi non ama i romanzi storici, perché in questo c'è proprio tutto.

Valutazione 
28/06/2016
Un tuffo in un passato.... attualissimo!

Ottimo romanzo d'esordio di Cuccuru, ambientazioni suggestiva, posti descritti con fantasia ma anche con sapiente conoscenza delle località descritte nonché delle situazioni storiche assolutamente verosimili (frutto di evidente studio e passione), il tutto affrescato con dialoghi spigliati e linguaggio attuale che fa vivere al lettore le vicende del romanzo in prima persona riuscendo nell'intento di rendere un romanzo di ambientazione tardo romanico quasi d'attualità, anche grazie al fatto che noi viviamo attualmente in un periodo storico di fine impero e di grande confusione politica e sociale.... I parallelismi sottilmente suggeriti rendono proprio vive le vicende! Splendido e accattivante, ne consiglio la lettura!

Valutazione 
21/03/2016
Un passato sconosciuto

Ho preso in mano "Sibrium" con una sorta di diffidenza, credendo fosse il classico mattone storico, Leggendo i primi capitoli ho avuto qualche difficoltà a tenere a mente i vari nomi dei personaggi e a seguire il parallelismo temporale delle vicende. Ma una volta presa confidenza con la struttura narrativa e i personaggi, mi sono sentita trasportare in tempi lontani, in un'ambientazione storica a me sconosciuta ancora tutta da scoprire e da vivere. Il mio coinvolgimento aumentava man mano che mi immergevo nella storia e alla fine le mie emozioni viaggiavano all'interno dei personaggi stessi: anche io amavo e odiavo, mi rattristavo e ridevo, esattamente come loro. Il linguaggio volutamente moderno, pur lasciandomi vagamente perplessa, ha avvicinato al nostro mondo i vari protagonisti rendendoli più comprensibili e vivi, se così si può dire.
Che altro dire? Mi immagino come potrebbe essere un film ricavato da "Sibrium": spettacolare nelle ambientazioni e con forte umanità nella storia!

Valutazione 
15/11/2015
Un interessante parallelo con l'attualità

Strana sensazione commentare l'opera prima di Alessandro . Perchè con lui ho condiviso dieci anni della mia vita , cinque alle elementari e cinque al liceo classico. Non mi fermerò a commentare il romanzo storico dal punto di vista lessicale o strutturale. Vorrei arrivare invece subito a cio' che mi ha lasciato. Già , perchè quando si legge un libro questa è proprio la domanda da farsi : cosa mi ha suggerito , che messaggio ne ho tratto?
La prima cosa che mi è subito parsa evidente e' il parallelo tra i tempi in cui la vicenda si svolge , ed i nostri tempi . Insicurezza sociale , crollo delle istituzioni che avevano imperato per quasi un millennio , invasioni “barbariche” con violenza e nuovi padroni, allora. Ed oggi ? Insicurezza economica , tensioni sociali evidenti , fenomeni migratori mai visti , terrorismo.
E la risposta , il cosa fare, allora come oggi mi sembra Alessandro lo tracci a chiare lettere , per come ha dipinto i personaggi principali , cioe' Marco Terenzio , Edecon e Panezio .
Ovvero l'Istruzione ( la I maiuscola è voluta). E con essa imparare ad usare l'intelligenza ed il buon senso. Tanto più importante quanto , ora come allora , il mondo sembra dover fronteggiare non solo problemi di ordine economico , ma una nuova ondata di barbarie.
Questo e' il messaggio che ho colto e che condivido . Ad maiora , Alessandro , continua così

Valutazione 
22/10/2015
Una lettura piacevole

L’umanità è la vera protagonista del romanzo; un’umanità variegata, ricca di tradimenti, opportunismo e intrighi, ma anche colma di amore, di generosità e di tanta ironia...
L’ambientazione è tracciata con precisione certosina...
I personaggi principali sono ben caratterizzati, hanno una propria psicologia e un passato da scoprire...
Il registro in alcuni punti tocca vette auliche, ma per quasi tutta la narrazione lo stile è semplice e diretto, a seconda della situazione o del personaggio che sta parlando, ma sempre rispettando la relazione fra modo di parlare e cultura del personaggio.
Ho apprezzato la relativa brevità dei capitoli, con una costante alternanza dei punti di vista che mantiene sempre vigile l’attenzione del lettore...
Sibrium è una lettura piacevole non soltanto per chi è abituato a masticare romanzi storici, ma anche per i neofiti che per la prima volta si affacciano a questo genere. Vi troveranno personaggi umani che condividono le loro paure e le loro incertezze in cui potersi identificare.

Valutazione 
22/10/2015
Un'opera avvincente

Ho trovato la tua opera estremamente avvincente. Non sono poi così tanti gli autori che, con la loro fantasia sostenuta da uno stile diretto ma rigoroso ed incisivo, riescano a far volare l’immaginazione del lettore. Con me ci sei riuscito in pieno: io ero lì, a Sibrium, a Ravenna, lungo la Via Emilia e sul Passo del Gottardo.
Chapeau!

Valutazione 
24/09/2015
Consigliato anche a chi non è amante dei romanzi storici

Coinvolgente, leggero, dinamico. Ho sempre pensato che i romanzi storici fossero polpettoni illeggibili ma Sibrium è riuscito a farmi ricredere in tutto e per tutto.
L'ambientazione, peraltro da me ben conosciuta, sembra perfetta per la storia che va srotolandosi con una semplicità disarmante. Non è mai complicato da seguire o da leggere ma riesce sempre a donare al lettore quel qualcosa di inaspettato ad ogni pagina.
La cosa migliore trovo che siano i personaggi: azzeccati, magnifici, perfetti.
Una lettura che consiglio caldamente a tutti, anche a chi, come me, di romanzi storici ne mastica ben pochi.

Bravo, bel lavoro! :)

Valutazione 
09/09/2015
SIBRIUM

Premetto che non sono appassionata di libri storici, eppure questo libro mi è piaciuto molto, forse per il linguaggio moderno, forse perchè, in alcuni momenti, mi è sembrato di essere presente fisicamente in alcune scene descritte così bene da coinvolgermi, forse perchè non ci sono solo combattimenti, ma c'è un lato amoroso che non guasta.......Bravo Ale!!!!!

Valutazione 
30/08/2015
Sibrium

Mentre teniamo in mano il libro vediamo le immagini scorrere davanti a noi. Cuccuru riesce con disinvolta naturalezza a catturarci nelle avventure della sua storia.

Valutazione 
30/08/2015
Ottimo romanzo

Una storia ben costruita, avvincente e ricca di situazioni e personaggi. Scrittura moderna e godibile: sembra quasi di vedere il film. Ricostruzione storica di un periodo di transizione che si conosce poco, affascinante. Lo consiglio per tutti, ed è un ottimo regalo.

Valutazione 
23/08/2015
Le donne di Sibrium

... Il romanzo si dipana attraverso le vicende e le avventure dei vari protagonisti, tra cui spiccano le figure di due donne: la coraggiosa Clelia, la vedova che da sola manda avanti la sua villa e gestisce i suoi abitanti, e Lavinia, la deliziosa giovanetta, figlia del fabbro Vulcano...
E poi molti personaggi, romani e germanici: Unter, Panezio, Ariete, i gemelli Silvio e Claudio,il presbitero Marcello, il possidente Paolo Massenzio, Odric e Gudal, tutti rappresentati nella loro umanità, con i loro pregi e i loro difetti e per questo così vicini a noi, nonostante i secoli che ci separano. Tuttavia, pur senza togliere nulla agli altri, le simpatie vanno verso i Romani che sono uomini e donne profondamente coerenti, fedeli ai propri ideali di onore, lealtà e di senso del dovere, ideali che li spingono a mantenere sempre un atteggiamento responsabile e fiducioso, malgrado l'incertezza e il timore per un futuro che intuiscono diverso ma che non riescono ad immaginare.
In "Sibrium" c'è tutto: intrighi, spedizioni diplomatiche, strategie militari, combattimenti, amore, invidia ed odio; è scritto in modo scorrevole, con espressioni gergali decisamente "moderne" che possono suscitare perplessità ma che l'autore ha deciso di utilizzare per avvicinare alla lettura anche i più giovani; è un libro che si legge con piacere, collocato nella nostra realtà locale, per quanto - non essendoci documenti o fonti chiare sul periodo in questione - sono legittime ( cosa che del resto afferma anche Cuccuru) licenze e libertà di narrazione...

Valutazione 
21/08/2015
Una storia emozionante

Veramente un bel libro, si legge in un fiato e ti fa vivere una bella avventura.

Valutazione 
20/08/2015
Bello!

Un libro gradevolissimo, una lettura appassionante che mi ha tenuto incollato fino all'ultima pagina.

Valutazione 
20/08/2015
il mio amico sibirium

ho letto con voracita il tuo libro e trovo che sei riuscito a dare l'idea dell'atmosfere che regnava al tempo ho trovato bella anche la trama e l'idea dei burgundi non è niente male !

trovo che sia un bel libro per approfondire quell'epoca (che tra l'altro cerco di dare con le mie case in miniatura ndr ) mi e piaciuto molto e se dovessi pubblicare il seguito lo acquisterei subito ! ma questo gia lo sai cmq un ottimo lavoro bravo veramente bravo ora piu che mai sono felice di averti come mio amico del cuore!

Valutazione 
07/08/2015
Una storia avvincente

Il primo requisito indispensabile per ogni romanzo è quello di invogliare alla lettura e Sibrium ci riesce. La narrazione scorre veloce, i capitoli sono brevi e sono come le ciliege: finita una, avete subito voglia di mangiare quella dopo. La trama si dipana sempre più avvincente, fino alle pagine finali, davvero incalzanti. E' vero: a volte la modernità del linguaggio può risultare un po' "spiazzante", ma alla fine ci si rende conto che è essenziale alla vicenda. Concludendo: mi è piaciuto molto, tanto di invitare l'autore a scriverne il seguito.

Valutazione 
16/07/2015
Un bel tuffo nel passato

Questo modo di dire ben si applica alla lettura di "Sibrium" perché il linguaggio moderno e scorrevole ha l'effetto rinfrescamte e stimolante di un tuffo in una calda giornata estiva. Chi come me è amante dei romanzi storici all'inizio potrebbe rimanere colpito dal linguaggio moderno sia della narrazione che dei dialoghi, ma dopo l'impatto con l'acqua ci si troverà immersi in quel mondo che si scoprirà essere così più vicino a noi di quanto i secoli passati possano lasciar pensare, e sarà davvero bello scoprire che un affresco storico non deve necessariamente essere "impolverato" e farcito di linguaggio desueto per poter essere credibile ed apprezzabile, specie se i personaggi e la storia sono interessanti come in questo caso. Che altro dire, per me è stata veramente una bella sorpresa e il fatto che si tratti di un romanzo d'esordio non fa che aumentarne il valore, consiglio a tutti di dargli una possibilità e spero che questo tuffo nel passato possa entusiasmarvi come ha fatto con me

Scrivi la tua recensione !

Scrivi una recensione

Sibrium di Alessandro Cuccuru

Sibrium di Alessandro Cuccuru

Se volete viaggiare nel tempo e vivere alcune giornate nell’Italia del quinto secolo dopo Cristo, leggete questo romanzo di Alessandro Cuccuru. L'autore riuscirà a coinvolgervi, a farvi immedesimare nelle vicende, nelle situazioni psicologiche ed in quelle emotive dei personaggi, avendo la capacità, tra l’altro, di rendere assolutamente credibili i loro dialoghi dal linguaggio modernissimo.

Scrivi una recensione

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

30 altri prodotti della stessa categoria: