Seventeen. 17 storie senza eroi di ordinaria meschinità di Michele Protopapas Visualizza ingrandito

Seventeen. 17 storie senza eroi di ordinaria meschinità di Michele Protopapas

Nuovo

L’opera è un viaggio attraverso le bassezze e meschinità umane che si sviluppa in diciassette storie ispirate ai dieci comandamenti e ai sette peccati capitali. Le storie sono quasi tutte ambientate in Italia, il folklore però non ha mai una connotazione positiva, ma è solo la giustificazione per molte nefandezze

Maggiori dettagli

13,99€

Scheda tecnica

Editore 13Lab Edition Srls
ISBN 9788899425913
Autore Michele Protopapas
Formato 15x21
Tempi di consegna max 3/4 gg dall'ordine

Dettagli

L’opera è un viaggio attraverso le bassezze e meschinità umane che si sviluppa in diciassette storie ispirate ai dieci comandamenti e ai sette peccati capitali. Le storie sono quasi tutte ambientate in Italia, il folklore però non ha mai una connotazione positiva, ma è solo la giustificazione per molte nefandezze. Come in un gorgo dal sapore dantesco i personaggi si muoveranno come marionette comandate dal solo tornaconto personale e mai riusciranno a riscattarsi. La società stessa è come una melma che li invischia e l’unico modo che hanno per non affogare sotto le prepotenze altrui è proprio quella di rinunciare ad essere eroi. I racconti sono legati tra loro da sottili fili narrativi e insieme sviluppano quel vortice che condurrà il lettore sempre più in basso sino a raggiungere Satana in persona, che si rivelerà in tutta la sua potenza alla fine del libro.

Recensioni

Valutazione 
23/05/2015
Seventeen. 17 storie senza eroi di ordinaria meschinità di Miche

Ottimo libro consiglio a tutti di leggerlo lo ho letto 2 volte perché è molto avvincente!

Valutazione 
23/05/2015
Storie che ti feriscono

È stata per me una fortuna leggere “Seventeen”, diciassette storie taglienti come lame che ti risucchiano in una realtà fatta di bassezze e ipocrisie; il realismo dei racconti è talmente marcato da diventare surreale, abbracciare i cliché del folklore, e risultare a tratti comico, ma poi chiudi il libro e ti rendi conto che è la stessa realtà che ti circonda e le storie somigliano spaventosamente essere quelle lette nel giornale locale o quelle raccontate da una vicina pettegola. Non in tutti i racconti ci scappa il morto, ma sono proprio quei racconti quelli più taglienti, quelli in cui la meschinità si rivela nelle sue forme più subdole e quotidiane. Non ci sono eroi, ci sono cattivi e cattivi che, spesso inconsapevolmente, lottano per la sopraffazione reciproca. Non si salva nessuno: uomini, donne, bambini, insegnanti, imprenditori, operai, giornalisti, forze dell’ordine, tutti corrotti, tutti colpevoli.
Lo stile linguistico rispecchia la crudezza dei racconti e non c’è spazio per descrizioni (se non tramite la percezione soggettiva dei protagonisti) e la realtà viene dipinta a tratti veloci per mezzo di dialoghi taglienti che come riff di chitarre elettriche. Giusto un paio di racconti si discostano da tale schema, ma solo per permettere al lettore di riprendere fiato prima farlo immergersi nuovamente in quell’oceano di lerciume che pare essere tutta la società.
A fine lettura non si potrà fare altro che guardare la gente che ci circonda con occhi diversi, riconoscere in quel parente o in quel conoscente uno dei protagonisti e, infine, riconoscerli anche in noi stessi, sempre che siamo in grado di accettarlo.
Lettura consigliata a chi non ha paura di guardare la parte più buia dell’essenza umana, a chi vuole intraprendere questa una discesa agli inferi, per uscirne, magari, più consapevole e migliorato, ma non a chi cerca l’illusione del lieto fine.

Scrivi la tua recensione !

Scrivi una recensione

Seventeen. 17 storie senza eroi di ordinaria meschinità di Michele Protopapas

Seventeen. 17 storie senza eroi di ordinaria meschinità di Michele Protopapas

L’opera è un viaggio attraverso le bassezze e meschinità umane che si sviluppa in diciassette storie ispirate ai dieci comandamenti e ai sette peccati capitali. Le storie sono quasi tutte ambientate in Italia, il folklore però non ha mai una connotazione positiva, ma è solo la giustificazione per molte nefandezze

Scrivi una recensione

30 altri prodotti della stessa categoria: