Prezzi ridotti! Aht Stella coperta di Valeriah Marigliano Visualizza ingrandito

Aht Stella coperta di Valeriah Marigliano

Nuovo

Non è un libro di fantascienza, come potrebbe sembrare a una lettura improvvisata del titolo. Aht è, invece, il diminutivo di un nome lungo e complicato di un bambino nato nel Trentino ma di origine pellerossa. 

Maggiori dettagli

9,79€

-30%

13,99€

Scheda tecnica

Editore 13Lab Edition Srls
ISBN 9788899425418
Autore Valeriah Marigliano
Formato 15x21
Tempi di consegna max 15 gg dall'ordine

Dettagli

Non è un libro di fantascienza, come potrebbe sembrare a una lettura improvvisata del titolo. Aht è, invece, il diminutivo di un nome lungo e complicato di un bambino nato nel Trentino ma di origine pellerossa. Questa è la storia di un’amicizia fra due bambini, Velia e Aht, il cui nome significa stella coperta. Sono entrambi orfani di padre, sono cresciuti da madri forti e amiche tra loro e guidati nella crescita da tre nonni. E’ una bella storia di scambio fra generazioni, dove i nonni si rivelano di grande aiuto e di compagnia per i piccoli. Il mondo dei personaggi ruota intorno all’azienda agricola fondata dalla famiglia di Velia e che dà lavoro anche alla madre di Aht. Quanta pazienza trasmettono i nonni a questi bimbi, insieme al valore dell’attesa, alla perseveranza nel lavoro.

La natura è di grande aiuto alla narrazione, perché funge da scenario, ma anche perché gli adulti protagonisti della storia lavorano presso l’azienda agricola della famiglia di Velia. E’ anche presente, però, nel rapporto con gli animali, specie nella passione per i cavalli che i due piccoli condividono.

L’adolescenza irrompe alterando gli equilibri di una volta, instillando quei tipici turbamenti, impegnando a comporre l’armonia familiare con gli incontri più recenti. Con i primi problemi collegati alla formazione dell’identità, Aht va incontro a episodi di razzismo, viene additato come diverso. Così, mentre gli ambienti e le persone paiono non mutare, i sentimenti iniziano a cambiare, nuovi problemi si fanno strada. Velia diventa protettiva verso il suo amico. Entrambi avvertono sempre più l’esigenza di proiettarsi nel futuro. La corrispondenza che, però, sembrava totale da bambini, si fa problematica nell’adolescenza, sensazioni prima sconosciute si fanno strada, ingenerano dubbi, non li colgono all’unisono. Il tempo viene percepito diversamente, per i giovani ha il respiro molto lungo, non si accontenta del momento presente, per i nonni ha un ritmo rallentato, a tratti sforzato. In questa sintonia che si fa carente s’insinua una nuova dimensione narrata dalla voce di Velia, la solitudine. Questa diventa, a sua volta, leva che spinge la giovane donna alla scrittura. Scelta inizialmente quasi per imitare il nonno, la scrittura diventa nella vita adulta quello che i cavalli e la fantasia erano stati negli anni dell’infanzia. Da un certo punto in poi la stretta comunanza di un tempo cede il passo a prove di vita adulta, in cui ognuno dei due si misura con soggetti nuovi, tenta di prendere il largo rispetto alle sicurezze note. Questa parte del romanzo è senza dubbio la più palpitante, la scrittura assume un ritmo veloce, i fraintendimenti, i sentimenti, le complicazioni che si verificano, tutto conduce il lettore a correre, quasi a cavalcare insieme ai due protagonisti assoluti, a fremere con loro, a condividere la nostalgia forse per quel tempo innocente trascorso per sempre.

Fra un colpo di scienza e l’altro il lettore è condotto come su e poi giù per le montagne russe, senza sapere se gioire o rimanere deluso, proprio come Velia. I sogni diventano i compagni di vita dei due. Aht vuole studiare ed è per questo disposto a viaggiare. Velia vuole aprire un maneggio e insegnare a cavalcare. Cosa conta di più, realizzare se stessi o realizzarsi insieme? Inesorabilmente arriva l’esperienza della separazione e della ricerca quotidiana delle tracce del passato sereno condiviso insieme. Ognuno dei due si applica così a perseguire un obiettivo personale e per conto proprio. Di Aht non è dato sapere per una buona parte del libro, di Velia si tocca la sofferenza, ma anche la tenacia nel portare avanti l’impegno assunto con se stessa e non solo. Questo periodo di solitudine e di sofferenza diviene l’opportunità per guadagnare una visione a tutto campo della situazione di vita nel suo insieme, del valore della famiglia, degli amici, del proprio sogno.

Successivamente all’esperienza della potenzialità offerta dalla giovinezza e dalla sua predisposizione al futuro, per entrare in una fase più matura, Velia deve conoscere la fragilità. Tale esperienza farà il suo ingresso con il lutto, che lascerà emergere un suo volto prima sconosciuto. In questa nuova luce tutto, dopo essere andato in frantumi, dovrà ricomporsi.

Inaspettatamente proprio dal nonno, da sempre compagno di vita di Velia, giunge, dopo la sua morte, un dono prezioso, un romanzo con lo sguardo sul futuro.

Recensioni

Scrivi una recensione

Aht Stella coperta di Valeriah Marigliano

Aht Stella coperta di Valeriah Marigliano

Non è un libro di fantascienza, come potrebbe sembrare a una lettura improvvisata del titolo. Aht è, invece, il diminutivo di un nome lungo e complicato di un bambino nato nel Trentino ma di origine pellerossa. 

Scrivi una recensione

30 altri prodotti della stessa categoria: